martedì 24 settembre 2013

Roast beef della Nonna!

Questo piatto mi accompagna dalla mia infanzia. Mia Nonna Angelina lo ha sempre preparato e devo dire che nessuno a casa mia va pazzo per la carne poco cotta. Tendenzialmente l'ho sempre mangiato principalmente io con molta gioia! Conquistare questa ricetta è stato difficilissimo. Mia Nonna è la classica persona che cucina senza pesare nulla e senza prendere nemmeno un tempo. Ma una cosa me l'ha sempre detta; il segreto di questo piatto è la qualità della carne e la dimensione della casseruola dove cuocere la carne, che deve essere della stessa grandezza del pezzo di roast beef.



Ingredienti x 3 persone:


  • 800 gr di roast beef alla inglese (così si chiama il pezzo di carne da chiedere al macellaio);
  • 40 gr burro;
  • 4 cucchiai di olio EVO;
  • 2 spicchi di aglio;
  • sale grosso di Cervia;

Sciogliere a fuoco lento il burro insieme all'olio EVO in una casseruola e soffriggerci due spicchi di aglio in camicia. E' fondamentale che la casseruola contenga di misura il pezzo di carne. Se questo infatti risultasse molto più piccolo della casseruola, la cottura non sarebbe ottimale. 
Una volta rosolato l'aglio, non toglietelo e adagiate il nostro roast beef nella casseruola e aggiungete un cucchiaino di sale grosso di Cervia. Fate rosolare 4 minuti a lato e aiutandosi con due mestoli di legno, mettete il pezzo di carne in verticale e rosolate i lati esterni. La carne deve assumere un colore nocciola, a tratti più rosolata e marroncina. Non dovete cuocere la carne fino a "sbruciacchiare" l'esterno, altrimenti anche l'interno verrà troppo cotto.
Sempre con i mestoli di legno, trasportate la carne in una pirofila per farla raffreddare aggiungendo un altro cucchiaino di sale grosso. Tenete da parte i succhi e l'olio di cottura e schiacciate gli agli dentro. Quando avranno creato una poltiglia rimuoveteli. Nel raffreddare la carne rilascerà altri sughi che dovrete unire ai precedenti. Riscaldate questa salsetta prima di servire il roast beef.
Una volta lasciata raffreddare la carne, affettatela finemente con un coltello adeguato e affilato.
Servitela con delle semplici verdure grigliate o un purè di patate novelle in inverno e con una insalatina di misticanza in estate e coprite la carne della sua salsetta.

La mia è una famiglia matriarcale fondata su mia Nonna. Lei è la "regina" di casa Caputi.





2 commenti:

  1. Guido Marco si vede che sei nipote di nonna Angelina. Ti lovvo saluti a tutta la famiglia. La Maria di Amir. Ottima la cucina in foto a quando un assaggio? Bella la musica in bocca al lupo per tutto

    RispondiElimina
  2. Grazie mille!!!!mi piacerebbe tanto pubblicare una delle vostre di ricette!!!ho in mente un riso bianco con delle patate in fondo al tegame!!!non ricordo il nome ma molto bene il sapore!
    Per l'assaggio siete ufficialmente invitati!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook