mercoledì 29 gennaio 2014

Agnello casce e ova

Quanto mi piacciono i piatti della tradizione. Anche se non sono della mia tradizione, raccontano sempre qualche cosa di fantastico. Sono le radici su cui si basano le nostre famiglie e le nostra amicizie. Come sapete ho avuto l'onore e il piacere di vivere per ben 7 lunghi anni insieme a tanti ragazzi abruzzesi. L'abruzzo è una delle regioni più belle e ricche in termini di cucina. Non molto tempo fa ho scoperto questo modo di cucinare l'agnello. La ricetta è quella di Liliana, la mamma delle mie amiche Otta e Chiara! Non potendo pretendere di andare a cena tutte le volte che voglio a casa di Ottavia, ho deciso di armarmi di tutti gli ingredienti e prepararlo da me.


Ingredienti per 2 persone:

  • 400 gr di agnello disossato;
  • 1 uovo intero;
  • 1 tuorlo;
  • la scorza di un limone;
  • 40 gr pecorino abruzzese grattugiato;
  • succo di 1/4 di limone;
  • 2 spicchi di aglio rosso;
  • olio EVO;
  • rosmarino;
  • sale e pepe.
Cominciamo con il lavorare la carne. Per l'agnello, prendete un cosciotto, disossatelo e tagliatelo a cubetti. Se non trovate un cosciotto, andrà bene anche un'altra parte dell'agnello. L'importante è ottenere dei bocconcini disossati. Al posto dell'agnello potete utilizzare un capretto da latte. Una volta ottenuti i cubotti di carne, marinateli con un filo d'olio EVO, sale, pepe e rosmarino. Lasciate riposare un'oretta in frigorifero. Sbattete l'uovo e il tuorlo con del sale, il succo di limone, la scorza del limone grattugiata e il pecorino. Rosolate l'aglio non sbucciato e schiacciato in una padella antiaderente con un filo d'olio. Una volta rosolato l'aglio, aggiungete la carne. L'agnello, a differenza di quanto si crede, va cotto poco. Al suo interno deve rimanere rosato. Così rimane morbido e molto più piacevole. Quando sarà colorato su tutti i lati, l'agnello sarà cotto. Per vedere se avete cotto bene la carne e non è rimasta sanguinolenta, basterà premere su un cubotto. Se esce del sangue, allora continuate la cottura. Indicativamente per cubotti da 2-3 cm, vi basteranno 5-8 minuti di cottura a fuoco vivo. Quando la carne sarà cotta, toglietela dal fuoco e aggiungete il sughetto di uovo. Il calore della carne tenderà a far cuocere l'uovo e addensarlo. Se non dovesse succedere, rimettete la padella sul fuoco dolce. Quando l'uovo avrà creato una cremina, servite il vostro piatto, decorandolo solo di rosmarino. Il sapore dell'uovo si sposa perfettamente con quello del pecorino e del seltz di limone. Così l'odore incisivo dell'agnello sarà mascherato e il piatto profumatissimo.

Alla ricetta vorrei abbinare una canzone da dedicare alle mie due amiche che mi hanno regalato la ricetta. Purtroppo io e Otta abbiamo gusti musicali molto diversi. Mentre con Chiara qualche cosa ogni tanto ne viene fuori. Questa canzone me l'ha fatta scoprire lei ed è quasi un anno che è in rotazione nella mia playlist. 

Editors - Papillon

Nessun commento:

Posta un commento



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook