domenica 6 ottobre 2013

Orecchiette alle cime di rapa

Piatto tradizionale. E meravigliosamente buono come ogni piatto tradizionale. Mio padre ha comprato un kilo di orecchiette e non ho saputo resistere alla tentazione di preparare questa delizia. Non è difficile da preparare ma occorre un po' di tempo per pulire le cime di rapa. La cima di rapa è composta da delle foglie
e un piccolo fiorellino simile ad un broccolo verde. Rimangono leggermente amare e vanno stemperate con qualche acciughina.



Ingredienti x 4:

  • 1 kg di cime di rapa (cercate di scegliere voi al mercato e di prendere le cime più fiorite e non solo foglie);
  • 500 gr di orecchiette secche;
  • 8 acciughe sott'olio;
  • 4 spicchi di aglio fresco;
  • 2 peperoncini freschi non troppo piccanti;
  • olio EVO;
  • 4 cucchiai di pane pugliese grattugiato.
  • sale;
Pulite le cime di rapa della parte delle foglie più appassita e rovinata. Private le foglie del gambo. Dei fiori tenete solo la parte superiore più morbida e pelate bene il gambo. Al suo interno è morbido e piacevole poi da mangiare. Fate bollire una pentola con abbondante acqua salata.
Nel frattempo preparate un soffritto di aglio in camicia, acciughe e peperoncino tagliato a julienne. 
Quando l'acqua bollirà, versate le orecchiette secche e dopo 5 minuti unite anche le cime di rapa pulite e i fiori. Lasciate bollire altri 5 minuti e scolate il tutto.
Ripassate la pasta e le cime di rapa in padella con il soffritto e servite spolverando con del pane pugliese grattugiato.




Piatto pugliese. Una terra che ho avuto il piacere di visitate in una meraviglia come Alberobello con i suo trulli.
Tra le meraviglie della puglia ci sono anche una schiera di musicisti favoloso. Il mio preferito? Sicuramente lui.





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook