sabato 19 ottobre 2013

Cacio e Pepe

Altra ricetta romana della tradizione. Non ho sempre preparato questo piatto. Mi sono deciso a farlo dopo che ho sentito dire a Carlo Cracco in TV che un cuoco non può prescindere dal saper fare un cacio e pepe.
Carlo mi hai sfidato....e io ti dimostrerò che un cacio e pepe come il mio...in pochi lo fanno!! Il segreto del piatto e il dosaggio dell'acqua di cottura. Quando saprete dominare l'acqua di cottura sarete i "re del mondo"!!!


Ingredienti x 2:

  • 200 gr di mezze maniche;
  • 180 gr di pecorino romano dolce; (io la faccio bella condita);
  • pepe nero; (io uso quello mix in grani perchè più profumato);

Portare ad ebollizione abbondante acqua salata. Grattugiare il pecorino fresco e grattare abbondante pepe nero in una ciotola. Buttare la pasta nell'acqua e cuocere 1 minuto in meno rispetto al tempo di cottura. Prima di scolare la pasta, tenere da parte una tazza di acqua di cottura. Non servirà tutta ma meglio essere previdenti. Scolate la pasta e metterla nella ciotola con pecorino e pepe. Dare una prima mescolata e poi aggiungere a filo l'acqua di cottura un poco alla volta. Non esagerate inizialmente con l'acqua perchè non riuscireste a recuperare al danno. Un poco alla volta continuando a mescolare, fino a che l'acqua calda non liberi l'amido della pasta, che insieme al pecorino, andrà a formare una crema liscia e non collosa.
Servire così..nella sua meravigliosa semplicità.



Uno dei più grandi artisti romani della tradizione. Uno che di cacio e pepe se ne sarà mangiato chili e chili...

Franco Califano - Un'estate fa

PS: quasi due anni dopo ho preparato una nuova versione con un tipo di pasta differente! La tagliatella. Il procedimento è lo stesso...il gusto anche...TOP


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook