lunedì 14 settembre 2015

Gazpacho di peperoni e moscardini bianchi alla menta e ginger

Questa sera doppio impegno...ricetta light e post abbinato alla nuova puntata di "Pechino Express". Per le ricette light il peperone secondo me è perfetto! Saporitissimo, particolare, aromatico. E il pesce si abbina perfettamente. Ho pensato inizialmente di fare un filetto di pesce e adagiarlo su uno specchio di salsa di peperoni, poi però ho trovato dei moscardini bellissimi e tutto è cambiato! E poi come si può resistere a quei tentacolini pieni di ventose e che si arricciano come fiocchi?



Ingredienti:

  • i tentacoli di 3 moscardini;
  • 1 peperone rosso;
  • 1 peperone giallo;
  • 1 cucchiao di robiola;
  • ginger fresco;
  • 1 rametto di menta;
  • 1 spicchio di aglio;
  • olio EVO;
  • sale e pepe;
Cominciamo pulendo i peperoni e tagliandoli in due. Disponeteli su di una placca e infornate a 200° fino a farli sbruciacchiare. Quando avranno la pelle ben rosolata, chiudeteli in un sacchetto per alimenti, quelli adatti al congelatore per capirci. Lasciateli raffreddare al loro interno. Successivamente tirateli fuori dal sacchetto e sbucciateli. Frullate i peperoni con un cucchiaio di robiola, un goccio di olio EVO crudo e mezzo bicchiere di acqua calda o brodo vegetale. Frullate fino ad ottenere una crema.
Prendete i moscardini e puliteli della loro pelle. Tagliate tutti i tentacoli e tenete da parte il resto. Con la testa del moscardino potete ad esempio preparare un ottimo ragù di mare. Fate saltare i tentacoli in una padella antiaderente dove avrete precedentemente rosolato uno spicchio di aglio e del ginger fresco. Aggiungete in cottura un ramo di menta per aromatizzare. Il moscardino non va cotto molto. Basteranno 5-7 minuti. Assaggiate per capire la cottura e per aggiustare di sale. Scaldate leggermente il gazpacho di peperoni e aggiustate anche questo di sale. Servite il gazpacho tiepido con i moscardini caldissimi e una fogliolina di menta per riprendere l'aroma e decorare.

Bhè volevo abbinare la canzone di un concorrente di "Pechino" ma per vostra fortuna non sono un fan ne di Yari Power ne di Scialpi (si scriverà così?). Per cui abbino una canzone del padre di Pico, Enrico Ruggeri.

Enrico Ruggeri - Polvere

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook