giovedì 6 febbraio 2014

Risotto al nero di seppia

Questa sera Masterchef! La ricetta giusta per questa serata è una ricetta classica e molto elegante. Per motivi di esigenza, anzi di mancanza di ingredienti, ho adottato un segreto del maestro Marchesi nella preparazione del risotto. Ho usato dell'acqua bollente leggermente salata per tirare il risotto e non ho fatto il soffritto. Ho solo utilizzato un olio all'aglio rosso.


Ingredienti:

  • 80 gr di riso carnaroli biologico;
  • 1 bustina di nero di seppia;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • prezzemolo;
  • salmone affumicato;
  • acqua;
  • burro chiarificato;
  • sale;
Scaldate a fuoco dolcissimo dell'olio all'aglio in una casseruola larga e dal fondo alto. In alternativa una buona padella di alluminio. Il risotto è sacro e va cucinato come si deve. Una volta scaldato l'olio, aggiungete il riso e lasciatelo tostare. La tostatura del riso deve durare dai 3 ai 5 minuti. Nel caso di piccole dosi come la mia, basteranno 3 minuti per un risultato soddisfacente. Sfumate ora con del buon vino bianco. Magari qualcosa di aromatico, per rendere ancora più profumata la ricetta. Cominciate a tirare il risotto aggiungendo poco alla volta dell'acqua calda leggermene salata. Volevo provare questo trucco dello Chef Marchesi, ma potete utilizzare anche un buon brodo di pesce. Aggiungete ora il nero di seppia. Fino a che il riso non avrà asciugato l'acqua, il liquido tenderà a tenere separati il nero dal chicco di riso. Non vi preoccupate. Diventerà nerissimo una volta che avrete lasciato asciugare. Il risotto deve essere al dente, e ben mantecato. Quando manca un minuto alla cottura perfetta, spegnete il fuoco e mantecate ad onda il risotto con qualche fiocco di burro. Servite con una julienne di salmone affumicato e una spolverata di prezzemolo finissimo e accompagnate il risotto con un calice dello stesso vino utilizzato per sfumare.

Con un risotto di questo colore non potevo che abbinare una delle mie canzoni preferite, di una artista meravigliosa, che prima di essere una artista era anche una donna molto fragile. 

Amy Winehouse - Back to Black

Nessun commento:

Posta un commento

Pagina Facebook



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...