martedì 27 gennaio 2015

Spaghetti con crema di carciofi alla romana

I carciofi ripieni, o alla romana, sono tra i (pochi) piatti  riusciti di mia madre. Le vengono super morbidi e super saporiti. Io non amo particolarmente il carciofo. ma devo ammettere che lei con questa ricetta ha insegnato a farmeli apprezzare. L'unico problema di quando si preparano i carciofi alla romana, è che devi farne tanti da riempire per bene il pentolino dove andrai a cuocerli. E a meno che voi non abbiate un pentolino perfetto, di carciofi ne vanno fatti almeno 5-6. E chi li mangia poi tutti sti carciofi? Io sono single e vivo solo! Quindi ricicliamo. Che ne dite di fare una crema e condirci la pasta?



Ingredienti:

  • 5 carciofi;
  • pane grattugiato q.b.;
  • prezzemolo q.b.;
  • 2 spicchi di aglio (uno per rosolare i carciofi e uno per il ripieno);
  • mentuccia romana q.b.;
  • olio EVO;
  • acqua di cottura;
  • sale e pepe;
Pulite i carciofi. Siate meticolosi in questa operazione. Togliete tutte le foglie più dure all'esterno e con uno scavino, private il carciofo della sua barba interna e delle spine. Aprite leggermente il carciofo con le mani e mettetelo a bagno in acqua e limone in modo da non farlo ossidare e quindi annerire mentre preparate la panure per farcirlo. Prendete 100 gr di pane grattugiato e conditelo con olio EVO e con prezzemolo, menta e aglio tritati. La panure deve essere bella unta. Con l'aiuto di un cucchiaino riempite i carciofi. Prendete un piccolo pentolino e disponete al suo interno i carciofi. Devono essere vicini tra loro e belli incastrati in modo che non si muovano durante la cottura. Riempite il pentolino metà di acqua e metà di olio fino a raggiungere il livello superiore dei carciofi. Portate ad ebollizione con il coperchio, Quando il liquido bollirà, lasciatelo asciugare. I carciofi devono essere belli morbidi, per cui se la cottura non vi sembra ultimata, aggiungete ancora acqua. Tutto il processo vi impiegherà per una mezz'oretta. Quando l'acqua sarà evaporata del tutto allora i carciofi saranno pronti. Con i carciofi avanzati possiamo fare una crema. Vi basterà tagliarli un po', versarli in padella con un bicchiere di acqua di cottura della pasta e scaldare. Il carciofo, già morbidissimo, tenderà a disfarsi e a formare una crema. Ricordatevi di tenere qualche pezzo per decorare il  piatto. Quando andrete a condire la pasta, tenete ancora dell'altra acqua di cottura per mescolare bene. Il pane all'interno dei carciofi tenderà ad asciugare un po' la crema e l'acqua di cottura vi aiuterà a mantenerla liscia e morbida. Fidatevi...è buonissimo!

A questa ricetta abbino la canzone di uno dei miei cantautori romani preferiti. Si è presentato al Festival qualche anno fa con questo capolavoro, che per tradizione sanremese non è stato ne capito ne apprezzato. Ma ci pensiamo noi a dargli il lustro che merita.


Daniele Silvestri -  A bocca chiusa

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook