lunedì 8 dicembre 2014

Faraona marinata allo yogurt e salsa di melograno

Ieri pranzo domenicale da coma. Siamo stati annientati dal cibo. Dopo tanti mesi ho rivisto finalmente i miei ex coinquilini Chiara e Nicola. Ho voluto organizzare un pranzetto alla Ziggyinthekitchen per festeggiare, assieme chiaramente agli immancabili Andrea e Otta. 4 portate in tutto. Antipasto con tuorlo di uovo fritto, tortelli di zucca con fonduta di formaggio di fossa, la faraona come secondo e cheese cake per finire. Chiara ha portato due bottiglie di Marina Cvetic delle cantine Masciarelli. Un montepulciano meraviglioso e un trebbiano molto buono. Le chiacchiere e i ricordi si sono sprecati. Un bellissimo pomeriggio che mi ricorda quanto sia stato fortunato a conoscere tutte queste persone durante gli anni dell'università, e a quanto mi mancano. Oggi vi presento la mia faraona. La particolarità sta nella marinatura che non è fatta con vino o aceto, ma con lo yogurt.



Ingredienti:

  • 1 faraona a pezzi già tagliati (fatevi aiutare dal macellaio);
  • 500 gr di yogurt bianco magro non zuccherato;
  • 2 melagrane;
  • erbe aromatiche miste secche (prezzemolo, salvia, origano, rosmarino, cumino, dragoncello);
  • 2 cucchiai di miele di acacia;
  • 1 cucchiaino di aceto balsamico;
  • olio EVO;
  • 4 spicchi di aglio;
  • 1/2 litro di brodo vegetale;
  • sale e pepe;
Pulite bene la faraona della pelle. Risulta molto grassa e a me personalmente non piace. Inoltre così pulita, la faraona assorbirà meglio la marinatura. Sciacquate la faraona in acqua fredda e asciugatela. In un contenitore capiente, adagiate i vari pezzi e aggiungete due spicchi di aglio schiacciati, tre giri abbondanti di olio, il trito di spezie secche e massaggiate bene la carne. Lasciate riposare per un'oretta e poi aggiungete lo yogurt magro. Mescolate bene i vari pezzi e lasciate riposare almeno 5-6 ore. Per la salsa di melagrana, aprite due melagrane e sgranatele. Un trucco veloce per sgranarle e di battere energicamente con un cucchiaio la parte convessa della buccia del frutto. In questo modo i chicchi si staccheranno da soli e cadranno. La buccia di ammorbidirà molto e vi permetterà di aprirla leggermente per sgranare gli ultimi chicchi. Versate 2 cucchiaiate alla volta di melagrana in uno schiacciapatate e premete per ottenere il succo. Una volta spremuti tutti i chicchi, mettete il succo sul fuoco aggiungendo 4 cucchiai di zucchero, 2 di miele di acacia, un cucchiaino di aceto balsamico e un pizzico di sale. Lasciate ridurre fino a che il succo non caramellerà un po'. La salsa deve essere ben legata, quindi non spegnetela subito al primo bollore. Se una volta spento il fuoco doveste vedere che la salsa è ancora troppo liquida, rimettetela sul fuoco e aggiungete un goccio di miele. 
Una volta terminata la marinatura, in una padella antiaderente capiente, aggiungete un filo d'olio e i rimanenti due spicchi di aglio. Fate soffriggere e aggiungete i pezzi di faraona fino a farli rosolare su tutti i lati. Inizialmente lo yogurt attaccato ai pezzi di carne, si scioglierà e farà molta acqua. Lasciate asciugare tutto e rosolare i pezzi. Se non volete fare la salsa di melagrana perchè non vi piace o non avete i frutti in casa, aggiungete la marinatura avanzata in cottura. Se invece volete fare la salsa, continuate la cottura della faraona, aggiungendo brodo vegetale. Cuocete sfumando con la marinatura o il brodo per almeno 30 minuti. Una volta cotta, lasciate riposare qualche minuto e poi servite accompagnata dalla salsa di melagrana (o con la salsa creata con lo yogurt in cottura),  L'abbinamento con il Montepulciano Marina Cvetic è perfetto. Si sposa benissimo con una carne così saporita come quella della faraona e anche con il sapore dei frutti rossi. 

La canzone che abbino al piatto non poteva che essere questa. Un cult di casa Saragozza in quegli anni. Perfetta anche per questo week end lungo molto bello.


Ex Otago - Giorni Vacanzieri

Nessun commento:

Posta un commento

Pagina Facebook



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...