lunedì 3 novembre 2014

Spaghetti al pesto di peperoni, pane profumato e alici

Andare a pranzo nei postacci può tornarti utile. Tra le mete più ambite del nostro quotidiano pranzo tra colleghi c’è Rosso Pomodoro. Famoso per le sue pizze. Io non le amo particolarmente. Mi rimangono indigeste. Mentre apprezzo molto la fantasia che hanno nel preparare i primi. Da qualche mese in menù c’è un piatto che abbina i peperoni alla colatura di alici e alla mollica di pane. L’ho ordinato una sola volta e ho trovato il pesto troppo liquido e la colatura poco efficace. Ho deciso quindi di rivisitarlo e proporverlo. Consiglio. Non preparatelo con troppo anticipo. Va mangiato caldo e immediatamente, altrimenti il pesto di peperone tenderà a solidificare troppo:



Ingredienti per 4 persone;
  • 2 peperoni rossi;
  • 100 gr di formaggio caprino;
  • 50 gr di mandorle;
  • acqua di cottura;
  • 10 cucchiai di pane grattugiato;
  • Spezie secche varie;
  • 6-8 alici sott’olio;
  • olio EVO;
  • sale e pepe;

Cominciamo con il preparare il pesto di peperoni. Tagliate i peperoni in due. Privateli dei semi e delle parti fibrose e disponeteli a pancia in su su di una teglia da forno. Lasciate cuocere per 30 minuti a 200 gradi. Quando la pelle del peperone sarà bella rugosa e leggermente bruciata, toglieteli dal forno e chiudeteli in un sacchetto di plastica da alimenti. In questo modo la pelle del peperone comincerà a staccarsi da sola. Quando si saranno raffreddati, toglieteli dal sacchetto e finite di spelarli. Il più è fatto. In un mixer, mescolate i peperoni, due o tre giri di olio e il caprino. Frullate il tutto fino ad ottenere una crema morbida. Aggiustate di sale e pepe.

Lessate la vostra pasta preferita in abbondante acqua salata. Nel frattempo, in una padella antiadertente, versate il pane grattuguiato e 4 cucchiai di olio. Sbriciolate nel pane  le spezie che avete in casa. Io ho utilizzato salvia, rosmarino, origano e prezzemoli secchi. Lasaciate abbrustolire leggermente il pane, che utilizzerete sulla pasta come se fosse parmigiano. Scaldate un cucchio di pesto per ogni commensale e sciogliete al suo interno le acciughe. Prima di scolare la pasta, tenete un bicchiere o due di acqua di cottura. Scolate la pasta leggermente al dente e tuffatela nel pesto. Mantecate con l’acqua di cottura, in modo che la pasta sia cremosa. Servite su uno specchio di pesto e decorate con la panure e il prezzemolo fresco.

Questa sera l'ultima puntata del programma più figo della televisione generalista italiana. Pechino Express. Uscite le mie preferite, le Cattive, non posso che tifare per quella cartola di Eva Grimaldi. La canzone che abbino è però di un componente di un'altra coppia. Quella dei Fratelli, prematuramente fatti fuori.


Clementino - Quando sono lontano

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook