giovedì 29 marzo 2018

Agnello glassato alla birra e miele, melanzane, cioccolato e cips di cavolo nero

Lo so, possono fare tenerezza. Ma sono anche tenerissimi da mangiare. Il periodo è quello giusto. Sto parlando degli agnelli. Non puoi non cucinare l'agnello a Pasqua, o almeno, non puoi evitarlo a casa mia. E a me piace con il cioccolato. Ultimamente ho scoperto l'abbinamento birra e cioccolato, Quale migliore occasione per stappare una "Sera Nera", prodotta da Eastside Brewing, e sperimentare?
La Sera Nera è una Indian Pale Ale scura, con una schiuma abbondante e persistente, un profumo che richiama i pini, il pane di segale ma anche il pompelmo. Il suo gusto amaro, con note di caffè, è in netto contrasto con una nota fruttata. E' una birra complessa, corposa e strutturata. Perfetta per una carne così intensa come l'agnello. La ricetta è semplice. Dovete solo eseguire tutti i passaggi e avere pazienza. Il risultato vi ricompenserà.




Ingredienti:
  • un cosciotto disossato di agnello;
  • 1 birra "Sera Nera" di Eastside Brewing;
  • 1 cucchiaio di miele di melata;
  • 1 melanzana;
  • 1 mazzo di foglie di cavolo nero;
  • 30 gr di cioccolato fondente 75%;
  • acqua q.b;
  • burro q.b;
  • 1 cucchiaio di parmigiano;
  • timo, salvia, rosmarino;
  • aglio;
  • olio EVO;
  • olio di semi;
  • sale e pepe:
Cominciamo con il procedimento più lungo, ovvero la riduzione della birra a glassa. In un pentolino versate l'intero contenuto della birra e scioglieteci un cucchiaio abbondante di miele di melata. Il miele di melata è un miele scuro che non deriva dalla lavorazione del polline. Ha un sapore decisamente dolce, ma meno del miele classico. Ha una intensità però maggiore. Portate ad ebolliazione a fuoco basso e lasciate ridurre fino quasi a caramellare la vostra birra. Nel frattempo tagliate a pezzettoni il cosciotto disossato e fatelo marinare almeno un'ora con l'aglio, il pepe e le erbe aromatiche. 
Prepariamo un purè di melanzane. Lasciamo cuocere in forno la melanzana, tagliata semplicemente a metà, con un po' di sale e di timo. Quando sarà cotta, provatela della polpa che frullerete con una noce di burro e un cucchiaio di parmigiano. 
Per la salsa di cioccolato basterà sciogliere il cioccolato con un cucchiaio di acqua nel microonde.
Ora abbiamo le due salse e il purè. Possiamo procedere con la frittura del cavolo. Pulite bene le foglie. Portate a temperatura abbondante olio per friggere e munitevi di un frangifiamma perchè friggere delle foglie con una alta percentuale di acqua, potrebbe ridurre la vostra cucina in un campo di battaglia e non vorrei mai mi odiaste per questo. Seguite il mio consiglio ed eviterete ustioni e pulizie di Pasqua, a Pasqua. Con l'olio ben caldo, una foglia di cavolo frigge in 10 secondi. Asciugatele bene dall'olio e salatele solo prima di serivrle. Il mio consiglio è di farne qualcuna in più da sgranocchiare con la birra mentre cucinate. 
Fritto il cavolo ci manca solo la cottura dell'agnello. Pulitelo dalla marinatura. Recuperate l'aglio usato per marinarlo e fatelo leggermente scaldare con un po' di olio in padella. Rosolate quindi l'agnello. Non sto nemmeno a dirvi il profumo che inebrierà la cucina dopo tutta quella marinatura.
Cotta la carne, rovesciateci sopra la salsa alla birra e glassatelo fino a farlo diventare bello lucido. Servite decorando il piatto con pennellate di salsa al cioccolato e salsa di birra. Adagiate l'agnello e nappatelo con altra salsa di birra. Adagiate qualche cips di cavlo nero e una quenelle di purè. 


Per augurarvi al meglio una buona pasqua, vi posto la ricetta uno dei pezzi del momento! Così potete cantare a squarciagola a tutti i parenti a tavola...poveri voi! Lei poi è così dolce..come il cioccolato..o come l'agnello!:)


Annalisa - "Il mondo prima di te"



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook