mercoledì 11 aprile 2018

Rigatoni Canossa alla Carbonara di asparagi

Eccoci alla seconda ricetta pensata per gli amici di Pasta di Canossa. Qualche settimana fa abbiamo sperimentato un formato di pasta lungo. Oggi proviamo a valorizzare un formato corto, più precisamente Il Rigatone. Già ad un primo sguardo, la pasta si presenta benissimo. Il trafilato sembra un disegno geometrico di un architetto. Lo spessore è bello corposo e si presenta con un caldo colore giallo. Ispirato un po' da questo colore vivace, e dalla primavera che ormai è sbocciata su tutti i nostri terrazzi e in tutti i nostri giardini, ho deciso di riprodurre un mio vecchio cavallo di battaglia. La carbonara vegetariana di asparagi. Rispetto alla mia preparazione classica, ho deciso di lavorare l'uovo diversamente dal solito e di utilizzare un mix di pepe profumato.




Ingredienti per 2 persone:
  • 200 gr di Rigatoni Canossa;
  • 1 mazzo di asparagi (possibilmente selvatici o del contadino di fiducia)
  • 1 uovo fresco;
  • 3 cucchiai di latte;
  • 3 cucchiai di parmigiano reggiano;
  • pepe aromatico (mix di pepe nerp, rosa, bianco, semi di coriandolo, chiodi di garofano);
  • 1 spicchio di aglio;
  • olio EVO;
  • sale;


Pulire bene gli asparagi privandoli della parte finale più coriacea. La riconoscete perchè è più bianca rispetto al resto del gambo. Quando l'asparago è fresco, vi basterà esercitare una leggera pressione sul gambo dell'asparago perchè si spezzi in automatico e separi la parte buona da quella coriacea.
Tagliare tutte le punte e metterle da parte per un attimo. Tagliare a rondelle il resto dell'asparago e farlo rosolare in una padella antiaderente con un filo di olio, un pizzico di sale e uno spicchietto di aglio in camicia. Quando gli asparagi saranno quasi cotti, aggiungete anche le punte tagliate a metà sul verso lungo, come a sezionarle. Così da scottarle leggermente e non cuocerle troppo. 
Sbattete un uovo con il latte, il mix di pepe e il parmigiano. Mettete su l'acqua per la pasta, e come se doveste preparare uno zabaione, fate leggermente cuocere l'uovo sbattuto a bagno maria nell'acqua della pasta. Facendo attenzione che l'acqua non sia troppo calda e facendo in modo che la ciotola contenente l'uovo stia un po' a contatto con l'acqua e un po' no (quindi solo scaldata dal vapore), fate raddensare leggermente la salsa. Non fatela diventare una crema pasticcera salata. Lessate la vostra pasta di Canossa preferita, e una volta scolata, rigorosamente al dente, conditela con la salsa d'uovo e gli asparagi. 

Ci ho pensato un po'. Volevo una canzone di una artista romano, che potesse richiamare immagini primaverili e gioiose come un piatto di carbonara. E mi è venuta in mente questa bellissima canzone.

Noemi - "Bagnati dal sole"

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook