domenica 29 settembre 2013

Lasagnetta della "Dodi" ai fiori di zucca

Ho mangiato questo piatto in uno dei miei ristoranti preferiti, "Casa Tintoria" ad Urbania. La padrona di casa, la Dodi, è una donna meravigliosamente simpatica e ospitale ed ha una cucina tradizionale profumata e delicatissima. Tutte le portate sono servite accompagnati da fiori. Questa lasagna era stata presentata con della lavanda e delle margherite bianche. Tra i blog consigliati troverete quello della figlia della Dodi! La Giudi! che tra i tanti pregi ha anche ereditato l'estro culinario e la bravura della madre!!
Ho provato a rifare la ricetta e ve la consiglio, servita dentro una piccola cocotte!


Ingredienti per una cocotte:

  • 20 gr farina;
  • 200 ml latte intero;
  • 40 gr burro;
  • noce moscata;
  • 5-6 fogli di pasta fresca (anche secca)
  • 10 fiori di zucca;
  • 30 gr fontina;
  • 30 gr taleggio;
  • 50 gr parmigiano;
  • sale e pepe nero;

Preparate una besciamella. Sciogliete il burro a fuoco lento e inglobate la farina. Sempre a fuco lento, aggiungete a filo un terzo del latte e mescolate con una frusta per sciogliere la farina e non fare i grumi. Aggiungere poi il resto del latte e portare ad ebollizione. Lasciate sobbollire per qualche minuto e spegnete il fuoco. Aggiungete sale e una grattata di noce moscata. 
Pulite i fiori di zucca dei gambi e del pisitllo giallo all'interno. Lavateli bene e asciugateli. Tenetene 3 per decorazione e da far appassire in padella con un pizzico di sale e del burro.
Componete la lasagna sporcando la cocotte con un po' di besciamella e alternando strati di pasta, besciamella, qualche dadino di fontina e qualche dadino di taleggio, 2 fiori di zucca e parmigiano.
Sull'ultimo strato non mettere fiori ma solo una spolverata di parmigiano e dadini di formaggi.
Infornare a 180° per 30-40 minuti. Quando mancano 5 minuti, decorare con i fiori di zucca appassiti in padella e gratinare altri 5 minuti in forno.
Buon appetito!!

La sera che ho cenato da "Casa Tintoria", suonava un gruppo acustico di amici e principalmente pezzi dei Gogol Bordello. Ho avuto il piacere di sentire live a Milano questa loro rivisitazione




1 commento:

  1. ah questa la provo subito.. the Queen è sempre the Queen :-)

    RispondiElimina



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pagina Facebook